Apple Car, concluso il Progetto Titan

Non arriverà un’auto marchiata Apple. Il Progetto Titan non vedrà la luce, così presto come ci si aspettava: troppi i problemi riscontrati. Ora Apple punta sullo sviluppo software, con l’idea di vendere poi il prodotto ad altre aziende del mondo dell’auto.

Acquista Smartphone on-line in Italia, con i Prezzi Migliori e Spedizione Gratuita.Visita Ora

L’arrivo di una auto del futuro marchiata Apple era cosa ormai certa e ben poco segreta visto il largo rumoreggiare del fatidico Progetto Titan che avrebbe rivoluzionato non solo il mondo dell’auto ma anche Apple stessa. L’auto in grado di guidare da sola non si farà secondo quanto dichiara Bloomberg con voci che arrivano da persone assegnate al progetto. Centinaia di impiegati sono stati riassegnati ad altri progetti e chi è rimasto dovrà solo occuparsi di creare unsoftware per la guida autonoma da vendere magari ad altri produttori di auto. Apple a quel punto dovrebbe comportarsi come una normale software house più che come una azienda dell’auto, il che è in ogni caso anomalo per il colosso di Cupertino, abituata a sviluppare i propri prodotti sia a livello hardware che software.

I problemi sono iniziati nel 2015 con la mancanza di una leadership che portasse a qualcosa di concreto, fino all’arrivo di Bob Mansfield, che lasciò la compagnia nel 2013 salvo tornare a collaborare ultimamente, che ha dato una piega del tutto diversa al Progetto Titan. Come disse Tim Cook precedentemente “il mondo dell’auto è ormai preparata per un cambio epocale” ma i problemi per mettere in piedi una catena di montaggio in grado di creare l’Anti-Tesla, sono enormi. Non sono bastati nemmeno i grandi nomi coinvolti da Apple per mettere insieme un team esperto del mondo automotive. Ultimamente si era parlato anche di un coinvolgimento di Cupertino nell’assetto azionario di Mclaren. 

Compra Apple IPHONE 7 on-line in Italia con I Migliori price.Visit Ora

L’idea di mettere su strada un’auto in grado di guidare da sola e a zero emissioni rimane quindi nel cassetto del CEO Tim Cook e la grande rivoluzione che poteva derivare dal lancio della Apple Car – proprio come avvenne per il lancio di iPhone– ritarderà un po’. Forse a questo punto la palla verrà raccolta da altri competitor che si affacciano al mondo delle automobili con nomi poco altisonanti ma portafogli belli gonfi, come LeEco, Lynk & Co ed altri. Quello che è certo è che Tim Cook aveva ragione: il cambio epocale è alle porte, semplicemente non sarà marchiato Apple.

Samsung sospende la produzione dei Galaxy Note 7

Share.

About Author

Leave A Reply